L’autunno è la stagione delle foglie che cadono, delle zucche, delle mille sfumature di arancio e… della festa più paurosa e divertente dell’anno: The Halloween night!

Proprio così, Halloween è alle porte! Approfittiamone per costruire un percorso didattico incentrato sulla visita al pumpkin patch, il campo di zucche! Un’esperienza simbolo di questa ricorrenza.

 

Obiettivi di apprendimento

  • Memorizzare il lessico legato alla festa di Halloween
  • Descrivere la posizione degli oggetti nello spazio
  • Riconoscere e nominare le emozioni e i colori in lingua inglese
  • Saper formulare frasi descrittive

Argomenti linguistici

  • Vocabulary: Halloween, emotions
  • Preposizioni di luogo
  • Lessico relativo a emozioni e stati d’animo
  • Semplici comandi di movimento

materiale

  • Materiale fotocopiabile fornito di seguito
  • Cartoncini o fogli colorati A4
  • Forbici e colla
  • Pennarelli
  • Nastrini colorati
  • Vernice glow in the dark
  • Un lenzuolo bianco

PATCH THE PUMPKIN

Prima di addentrarci tra le zucche nel pumpkin patch, approfittiamo proprio di questo simpatico simbolo caratteristico di Halloween per esplorare emozioni e stati d’animo, apprendendo così il vocabolario legato a feelings & emotions. Se dovesse essere necessario un ripasso preventivo, possiamo usare le Feelings & Emotions flashcards. Dopodiché, ricostruiamo ben nove puzzle le cui protagoniste sono proprio le celebri Jack-o’-lantern, le zucche simbolo della festa.

Mettiamo alla prova lo spirito di osservazione degli studenti che, una volta ricomposte le immagini, dovranno associare le espressioni facciali delle nove zucche a nove stati d’animo corrispondenti. Dividiamo la classe in coppie o in gruppi da tre, in modo che ogni gruppetto di lavoro abbia un puzzle diverso. Distribuiamo quindi a ogni gruppo un puzzle scomposto da assemblare. Una volta ricostruita la figura, chiediamo ai bambini di identificare il sentimento che questa rappresenta. Infine, incolliamo i puzzle ricomposti ognuno su una base di cartoncino, in modo da fissarli: ci serviranno per le prossime attività!

Per facilitare i bambini, possiamo già scrivere alla lavagna le nove emozioni: dovranno scegliere quella giusta per il proprio puzzle.

Sad, happy, scared, angry, surprised, disgusted, tired, worried, bored.

Per facilitare i bambini, possiamo già scrivere alla lavagna le nove emozioni: dovranno scegliere quella giusta per il proprio puzzle.

Sad, happy, scared, angry, surprised, disgusted, tired, worried, bored.

Scarica qui i Jack o’lantern puzzles fotocopiabili

GLOW IN THE DARK PATCH

Manteniamo la suddivisione della classe dell’attività precedente e distribuiamo a ciascun gruppo di lavoro la pittura glow in the dark: si tratta di una vernice speciale, facilmente reperibile online o nei negozi di belle arti e caratterizzata dalla particolarità di essere quasi trasparente alla luce del sole, ma fosforescente al buio. I bambini dovranno usare questa pittura speciale per «colorare» i bordi oppure la parte interna delle zucche che hanno assemblato. Prepariamoci a una sorpresa d’effetto: non appena le luci si spegneranno, come per magia le nove zucche si illumineranno!

La vernice glow in the dark è disponibile in varie colorazioni. Associamo a ogni emozione un colore: ci tornerà utile per mettere in atto l’attività successiva riutilizzando i materiali di gioco, e per ripassare i nomi dei colori. Suggeriamo le seguenti associazioni emozione-colore per dipingere le zucche:

  • sad – blue
  • happy – yellow
  • scared – purple
  • angry – red
  • surprised – fuchsia
  • disgusted – green
  • tired – white
  • worried – orange
  • bored – light blue (teal)

BUILD A PUMPKIN PATCH

Ora che abbiamo le zucche, possiamo finalmente costruire il nostro campo. Prepariamo un cartellone abbastanza grande da contenere tutte le nove zucche che abbiamo assemblato… e qualche curioso visitatore! Tracciamo sul cartellone dei segni sui quali andremo a incollare le glowing pumpkins che abbiamo pitturato: tre file da tre zucche ciascuna, così disposte:

  1. sad happy – scared
  2. angry – surprised – disgusted
  3. tired – worried – bored

Dopo aver piazzato ogni zucca al proprio posto, stampiamo e ritagliamo gli spooky friends, simpatici amici in visita al pumpkin patch: i bambini dovranno collocarli sul cartellone secondo un ordine ben preciso! Vediamo in che modo.

Leggiamo agli alunni le istruzioni presenti nella scheda Spooky Friends; dovranno ascoltare le indicazioni, riconoscere le preposizioni di luogo e collocare ogni personaggio nella posizione corretta rispetto alle zucche. Mostriamo, per esempio, il primo visitatore e diciamo:

Who’s coming to the pumpkin patch?

Yes, the ghost! Good job!

 He goes between the sad pumpkin and the happy pumpkin.

Lavoriamo come gruppo classe unico, cercando di far intervenire tutti i bambini, e lasciando che ognuno provi a dare la risposta che ritiene esatta. Dovranno dirci loro dove posizionare i simpatici amici. Se necessario, ripassiamo prima il significato delle preposizioni di luogo, aiutandoci con le flashcard.

Per rendere l’attività più dinamica e divertente, possiamo eseguire una variante con personaggi umani! Ricostruiamo il pumpkin patch a terra, sul pavimento della classe o della palestra, e assegniamo a ogni bambino un personaggio degli spooky friends. Diamo le istruzioni e chiediamo ai bambini di muoversi nel campo per andarsi a posizionare nel punto esatto. Per far giocare tutti, organizziamo due o più turni.

Per rendere l’attività più dinamica e divertente, possiamo eseguire una variante con personaggi umani! Ricostruiamo il pumpkin patch a terra, sul pavimento della classe o della palestra, e assegniamo a ogni bambino un personaggio degli spooky friends. Diamo le istruzioni e chiediamo ai bambini di muoversi nel campo per andarsi a posizionare nel punto esatto. Per far giocare tutti, organizziamo due o più turni.

Non ci resta che augurare ai nostri bambini uno… Spooktacular Halloween!