Terminate le vacanze è tempo di ricominciare la scuola con attività che siano accattivanti e stimolanti per gli alunni. Un lavoro di gruppo suddiviso in stazioni li aiuterà a riallacciare i rapporti con i compagni dopo la pausa estiva, ricreando il giusto spirito di collaborazione e aiuto reciproco.

Tema centrale dell’attività saranno le cartoline, una tipologia testuale che sta perdendo terreno nel mondo delle nuove generazioni ma che in realtà è sempre molto apprezzata nella fascia d’età della Scuola Primaria. Le cartoline associate al tema delle vacanze saranno poi approfondite tramite le quattro principali abilità del quadro di riferimento europeo per l’insegnamento delle lingue: reading, speaking, listening e writing. Gli studenti saranno così chiamati a mettere in campo le loro capacità per portare a termine semplici esercizi legati alle vacanze appena concluse: una lezione perfetta per l’accoglienza e per ricominciare con grinta il nuovo anno scolastico!

 

 

Obiettivi di apprendimento

  • Conoscere le componenti essenziali di una cartolina
  • Comprendere e formulare semplici domande in lingua inglese in forma orale e scritta
  • Compilare una semplice cartolina con un supporto dato
  • Comprendere un breve testo scritto

Argomenti linguistici

  • Lessico relativo all’estate e alle vacanze
  • Postcards

materiale

  • Materiale fotocopiabile fornito di seguito
  • Colori, forbici, colla, nastrini, glitter
  • Plastificatrice e fogli per plastificare
  • PC portatile e cuffie (facoltativi)

WARM UP: POSTCARDS FROM THE HOLIDAYS

Per prima cosa mostriamo ai nostri alunni delle vere cartoline: attingiamo al nostro archivio personale oppure cerchiamone alcune arrivate a scuola durante l’estate.  Oltre alle cartoline ricevute, procuriamocene anche alcune intonse così che i bambini possano osservarle.

Chiediamo agli alunni di mettersi in cerchio e lasciamo loro qualche minuto per studiarle e farle girare fra i compagni, in modo che tutti le possano toccare con mano. Questa prima fase ci introdurrà a un secondo momento più formale, in cui andremo a familiarizzare con gli elementi che le compongono.

Disegniamo alla lavagna entrambe le facce di una cartolina e guidiamo gli alunni nella discussione, individuando le componenti indispensabili e scrivendone di volta in volta il nome a fianco con un tag, cioè un riquadro al cui interno inseriremo il nome corrispondente. Se necessario partiamo dal lessico italiano, ma poniamo attenzione sui termini inglesi, avendo cura di far emergere dalla discussione questi elementi: picture, name, address, message, stamp.

Se non abbiamo a disposizione cartoline già compilate, procuriamocene in anticipo di nuove e compiliamole in tutte le loro parti, senza dimenticare il francobollo! È importante, soprattutto per gli alunni abituati alla tecnologia dei tempi moderni, poter vedere e toccare con mano.

Se non abbiamo a disposizione cartoline già compilate, procuriamocene in anticipo di nuove e compiliamole in tutte le loro parti, senza dimenticare il francobollo! È importante, soprattutto per gli alunni abituati alla tecnologia dei tempi moderni, poter vedere e toccare con mano.

ATTIVITÀ DI GRUPPO A STAZIONI

Predisponiamo la classe formando quattro postazioni con alcuni banchi: su ciascuna avremo cura di posizionare tutti i materiali necessari per la rispettiva attività, che indicheremo con un cartello – speaking, reading, listening, writing. Ogni stazione sarà rigorosamente a tema holidays.

Dividiamo quindi gli alunni in quattro gruppi e smistiamoli ciascuno in una postazione di partenza: si alterneranno nel gioco, consentendoci così di svolgere in contemporanea la lezione per tutti. A questo punto spieghiamo nel dettaglio in cosa consiste l’attività. Ogni gruppo avrà circa 20 minuti di tempo (stabiliamo noi una tempistica in base alla durata della lezione e al livello della classe) per completare il lavoro di ciascuna stazione, dopodiché l’insegnante darà lo stop e si procederà, in senso orario, a cambiare postazione. Si svolgeranno dunque quattro turni, e al termine ogni gruppo dovrà aver completato i materiali di tutte le stazioni.

Sicuramente capiterà che un gruppo concluda il lavoro prima del tempo previsto. In questo caso invitiamoli a ricontrollare quanto svolto fino ad allora e a confrontarsi con i compagni per correggersi a vicenda prima del riscontro finale e collettivo, che avremo modo di svolgere al termine della lezione.

Per disincentivare e tenere sotto controllo il rumore di sottofondo, invece, predisponiamo un semaforo, che comunicherà visivamente agli alunni il livello di confusione. In questo modo l’insegnante potrà favorire anche l’autoregolazione. Possiamo disegnarlo alla lavagna o su di un cartellone, contrassegnando con una molletta o un foglietto adesivo il bollino corrispondente al livello di rumore registrato.

Sicuramente capiterà che un gruppo concluda il lavoro prima del tempo previsto. In questo caso invitiamoli a ricontrollare quanto svolto fino ad allora e a confrontarsi con i compagni per correggersi a vicenda prima del riscontro finale e collettivo, che avremo modo di svolgere al termine della lezione.

Per disincentivare e tenere sotto controllo il rumore di sottofondo, invece, predisponiamo un semaforo, che comunicherà visivamente agli alunni il livello di confusione. In questo modo l’insegnante potrà favorire anche l’autoregolazione. Possiamo disegnarlo alla lavagna o su di un cartellone, contrassegnando con una molletta o un foglietto adesivo il bollino corrispondente al livello di rumore registrato.

Station 1: Reading comprehension

In questa prima stazione gli alunni si troveranno davanti tre cartoline precedentemente stampate e plastificate. Dovranno osservare attentamente il fronte e il retro identificandone gli elementi costitutivi, oltre a leggere il messaggio riportato sul retro. Una volta terminato, dovranno compilare una scheda di comprensione. A discrezione dell’insegnante questa potrà essere unica per tutto il gruppo oppure individuale. Questa seconda soluzione è preferibile: eviteremo che qualcuno si senta escluso o si distragga dall’attività, andando a creare ulteriore confusione in classe. Gli alunni, lavorando di concerto, dovranno estrapolare da ogni cartolina le informazioni essenziali.
Scarica qui i materiali della Stazione 1 – Reading comprehension

Station 2: Speaking

In questa stazione sosterà l’insegnante, per facilitare il dialogo. Potremo comunque girare di tanto in tanto tra le altre stazioni, per risolvere eventuali problemi e monitorare lo svolgimento delle attività. Ciò per consentire di osservare tutti e quattro i gruppi in azione, ponendo particolare attenzione alla pronuncia e in generale alla produzione orale degli alunni. Nella stazione di speaking, guideremo il gruppo attraverso alcuni esempi pratici e in un secondo momento lasceremo maggiore spazio di espressione a tutti i componenti.

L’attività consiste nella riproduzione orale di un semplice dialogo riguardante le proprie vacanze estive, di cui sarà fornito un esempio scritto. Dapprima spetterà a noi spiegare come usare gli strumenti di facilitazione e dividere il gruppo in coppie per l’esercizio orale. Questi strumenti di facilitazione sono costituiti da due card, anch’esse da stampare e plastificare in anticipo e contenenti un esempio scritto di come dovrà avvenire lo scambio. Nelle diverse coppie che si formeranno un bambino avrà la carta A e l’altro la carta B. Poi si procederà a scambiarsi i ruoli.

Si tratta di un ottimo modo per riprendere familiarità con l’abilità di speaking dopo la pausa estiva. La supervisione del docente è utile a guidare l’attività ed evitare che la classe diventi troppo caotica. Facciamo attenzione che gli alunni apportino le proprie integrazioni al dialogo come richiesto, inserendo informazioni personali legate alle vacanze appena trascorse.

Station 3: Listening

In questa stazione gli alunni saranno alle prese con un’attività di ascolto. Due componenti della squadra si avvicenderanno nel dialogo di cui è fornita una traccia scritta, mentre gli altri dovranno estrapolare dall’ascolto le informazioni necessarie alla compilazione di una tabella, contenuta nella scheda di comprensione scaricabile di seguito. Potranno dapprima lavorare individualmente e successivamente confrontarsi sulla correttezza delle diverse informazioni per arrivare a una risposta di gruppo.

I dati da ricavare saranno sempre inerenti al tema holidays e riguarderanno la destinazione, il mezzo di trasporto, i compagni di viaggio e il livello di gradimento della vacanza. La correzione verrà poi effettuata durante un breve momento conclusivo di valutazione e autovalutazione dell’attività completa.

Station 4: Writing

Il fulcro di questa attività sarà la stesura di una cartolina sulle proprie vacanze, a cui ciascun alunno dovrà lavorare singolarmente. Gli alunni avranno a disposizione un modello di cartolina da completare e un modello precompilato da utilizzare come riferimento per la propria produzione scritta (utilizziamo gli stessi materiali forniti per l’attività di reading della prima stazione). Dovranno quindi realizzare il disegno, compilare la sezione del destinatario con l’indirizzo della scuola e disegnare il francobollo. Infine redigeranno il loro testo in autonomia e basandosi sulla propria esperienza.

CORREZIONE COMUNE DELL’ATTIVITÀ E AUTOVALUTAZIONE

Terminata l’attività a stazioni, cerchiamo di tirare le somme del lavoro svolto. Procediamo quindi alla correzione di classe della scheda di reading e di quella di writing, chiamando dei volontari per la lettura del proprio testo in classe.

Infine ogni alunno compilerà la scheda di autovalutazione delle proprie abilità scaricabile di seguito, esprimendo un giudizio su ogni prova in base alle difficoltà incontrate e al livello di gradimento generale. I vantaggi dell’autovalutazione sono molteplici: sul fronte degli alunni consente di raggiungere una maggiore consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza e aiuta a mantenere un buon livello di autostima; dal punto di vista dell’insegnante può fornire ottime informazioni a livello di valutazione formativa che guideranno la futura progettazione delle attività di classe.

Grazie a questa lezione avremo rispolverato le conoscenze dei nostri alunni al rientro a scuola, mantenendo ancora un prezioso contatto con le vacanze appena concluse. Have a good school year!